Siamo la Prima ripescata, ed ora speriamo

Virtus Sangiustino – Tiber 3-1
Virtus Sangiustino: Matteaggi C, Ruggeri D, Magrini, Del Bene (37st Fancelli), Baldi, Tomassini, Salis (41st Cerboni), Martinez, Zoi (30st Gennari), Cignarini (17st Matteaggi L), Sanchez (12st Gaggioli). A Disp: Battistoni, Bardelli, Botta, Belloni. All: Marco Farinelli
Tiber: Marinacci, Pero Nullo, Perugini, Pecciarelli (1st Ambrogi), Braganse, Trombettoni, Pasteni (26st Marchetti), Marrano (29st Chioccoloni), Menchella (17st Bordacchini), Ruggeri (12st Zucconi), Morelli. A Disp: Canistroni, Coletti, Cembolini. All: Luna Nulla Michele
Arbitro: Geraldi Pier Calogero di PG (Polidori e Cardinali di PG)
Reti: 30pt Martinez (VS), 41pt e 7st Salis (VS), 50st Ambrogi (T)
Note: Spettatori 150 circa, Recupero pt2 – st5, Angoli 1-2, Ammoniti Martinez e Gennari (VS), Pecciarelli, Bordacchini, Ambrogi, Trombettoni (T)
Ponte San Giovanni: Finisce la stagione dopo il terzo spareggio per la Virtus Sangiustino. Ora ci sarà solo attesa per capire se si libererà un posto o meno. Con la vittoria di oggi contro la Tiber di Fratta Todina, infatti la salita nel campionato di promozione passa attraverso i ripescaggi che negli ultimi anni ha sempre premiato le squadre che ne avevano diritto, addirittura 3 posti nelle ultime due stagioni. Ancora ad oggi non ci dato sapere se esista o meno la possibilità di festeggiare il salto di categoria, ma le indiscrezioni lasciano intravedere la speranza. Unico neo il fatto che non si possa festeggiare in modo adeguato, ma l’importante è comunque che alla fine quello che conta che 8 settembre la Virtus Sangiustino sia ai nastri di partenza del campionato di promozione. Per la certezza però bisognerà aspettare 11 luglio ma di indiscrezioni sicuramente lo sapremo molto prima. Questa volta la squadra non ha fallito l’appuntamento e fin da subito ha messo in campo quelle qualità che gli hanno permesso di ottenere risultati importanti in queste due stagioni. Dopo solo 3 minuti c’è una prima conclusione verso lo specchio della porta da parte di Ruggeri, ma Matteaggi non si fa sorprendere e blocca a terra. Che Salis sia ispirato si vede da subito e si conquista un calcio di punizione, con Cignarini che sfiora l’incrocio dei pali con Marinacci che sembrava battuto. Alla mezz’ora la Virtus passa in vantaggio; Sanchez riceve da sinistra, scarica per Martinez che ha aspettato l’ultima gara della stagione per realizzare il suo primo gol in casacca giallo-rossa con un gran tiro che si insacca alla destra di Marinacci che non può nulla. La Virtus sembra controllare e poco dopo raddoppia; Salis riceve palla spostato a destra, si accentra e di sinistro batte Marinacci con un preciso diagonale. Nel finale di tempo la Virtus può chiudere la partita prima con Zoi e poi con Sanchez che però non sono riusciti ha concretizzare. Ad inizio ripresa mister Luna manda in campo Ambrogi per Pecciarelli e dopo 3 minuti può accorciare le distanze; Baldi perde palla all’interno della propria area di rigore permettendo a Morelli di impegnare Matteaggi bravo nella risposta e poi l’attacco della Tiber sfuma. Ma la Virtus, chiude il conto; ancora Salis, questa volta da sinistra taglia il campo, diagonale e palla sul palo lontano con Marinacci che non arriva per la terza volta. A quel punto il forcing della Tiber si affievolisce, con la Virtus che esce in contropiede, ma i due portieri non sono stati quasi mai chiamati in causa eccezione fatta per una conclusione di Bordacchini bloccata a terra da Matteggi e un tiro dai 35 metri di Gennari che prova a sorprendere il portiere che era fuori posizione nell’occasione, senza però trovare lo specchio della porta. Nei 5 minuti di recupero, proprio in chiusura, la Tiber accorcia le distanze: punizione dalla sinistra calciata da Morelli, palla in area e sul primo palo Ambrogi di testa sorprende Baldi ed insacca. Finisce quindi questa stagione ed ora …. Orecchio in giro per l’Umbria per capire se si possa o meno presentarsi l’opportunità o meno di ripartire dalla promozione.
image1 (1)

Bookmark the permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>