Non c’è scampo per gli ex Franceschini e Ranieri

Virtus Sangiustino – Promano 4-1

Virtus Sangiustino: Mattaeggi C, Ruggeri Di, Matteaggi L, Tomassini, Tori (39st Pantani), Cignarini, Ruggeri Da (23st Del Bene), Poggini (44st Musliu), Gennari (39st Brondoli), Belloni, Sanchez (1st Piccini). A Disp: Fiorucci, Lazzerini. All: Andrea Procelli

Promano: Ranieri, Picchirilli, Giardiello, Mearelli, Barbari (21st Tosti), Fabbri, Giornelli (23st Baldelli), Mazzoni (38st Guerrieri), Atif (38st Paccavia), Nardoni, Ugolini (28pt Badessi). A Disp: Monini, Burattini. All: Giulio Franceschini

Arbitro: Giuseppe Ciorba di PG

Reti: 25pt, 27st e 31st rig Gennari (VS), 34pt Giornelli (P), 20st Tori (VS)
Note: Spettatori 100 circa, Recupero pt 0 – st 2, Angoli 9-2, Ammoniti Poggini, Cignarini (VS), Atif e Mearelli (P)
San Giustino: Vince facile, secondo il risultato, la Virtus Sangiustino che nella ripresa, spinge sull’acceleratore e non lascia scampo agli ospiti scesi al comunale con il preciso intento di strappare un punto e soprattutto nel primo tempo riesce a mettere in difficoltà la squadra di Procelli. In avvio è proprio la squadra ospite a rendersi pericolosa e dopo 6 minuti c’è una gran discesa sulla destra di Giornelli che fa 70 metri di campo, entra in area prova il diagonale con Matteaggi Che respinge. Due minuti dopo, Nardoni in area calcia a rete e poi protesta per una presunta respinta con una mano di un difensore della Virtus ma il direttore di gara lascia correre. La Virtus comincia a farsi vedere in avanti, punizione dalla sinistra palla al centro, Nardoni sfiora di testa e Gennari alle sue spalle e sorpreso e non riesce a concludere e l’occasione sfuma. Passano altri 5 minuti e la Virtus passa in vantaggio: Ruggeri David va via sulla sinistra dal fondo mette un cross a mezza altezza dove Gennari come un avvoltoio in area non perdona e batte l’ex Ranieri. La Virtus ha l’occasione per raddoppiare con Ruggeri David che raccoglie il cross dalla destra di Cignarini, con Belloni in ritardo sotto-porta e sul secondo palo il più giovani dei fratelli mette sull’esterno della rete. Ma il Promano ci prova e Mearelli su calcio d’angolo, tutto solo di testa mette alto sopra la traversa. L’azione successiva gli ospiti pareggiano: Fabbri mette palla sopra a Tomassini che si fa sfuggire Giornelli alle sue spalle ed il numero 7 anticipa anche l’intervento di Tori e batte Matteaggi C sul palo lontano. Nel finale di tempo, la Virtus sfiora il nuovo vantaggio: cross da destra di Ruggeri Diego e Belloni in anticipo sul portiere, ma la palla esce di poco alta sopra la traversa. Alla fine del primo tempo, viene premiato per la fedeltà ai colori giallo-rossi, Matteo Tomassini per aver superato le 200 presenze con la maglia del suo paese.Ad inizio ripresa, Procelli getta nella mischia Piccini al posto di Sanchez e comincia a forzare alla ricerca del risultato. Dopo 4 minuti, Ruggeri Davide dalla sinistra mette al centro, Poggini sfiora di testa, si accende una mischia che ne Belloni ne Piccini riescono alla deviazione decisiva in porta e Mearelli mette in corner. Ma il Promano non si arrende e Atif, dopo un rimpallo che lo favorisce, da posizione defilata calcia a rete ma trova la risposta di Matteaggi. Quindi è la volta di Cignarini a provarci con una punizione dal limite che esce di un soffio sopra l’incrocio dei pali. Il forcing della Virtus è sistematico, scambio Ruggeri Diego con Ruggeri David conclusione alta. Quindi uno scambio fra Belloni e Gennari porta il capitano in buona posizione ma la sua conclusione viene deviata in corner dall’ottimo Mearelli. Sul corner arriva il vantaggio della Virtus, Cignarini mette al centro e Tori al volo di interno piede indovina il palo lontano e Ranieri è battuto per la seconda volta. A quel punto le forze della squadra di Franceschini vengono spezzate e la Virtus in pochi minuti va in gol altre due volte e sempre con Gennari (19 gol in 14 partite). L’attaccante prima raccoglie una punizione dalla linea di meta campo, stoppa di petto e poi di contro balzo calcia forte sotto la traversa e poi realizza il calcio di rigore decretato per il fallo di Mearelli su Ruggeri Diego in piena area di rigore. La partita sul 4-1 scivola via fini alla fine se pur Piccini di testa da una parte e Nardoni sempre di testa dall’altra provano a trovare ancora la via della rete permettendo anche a mister Procelli di far esordire Musliu Il Promano rimane al quint’ultimo posto in classifica e togliersi da questa posizione potrebbe essere difficile, laVirtus dalla sua continua a fare il suo dovere sperando che la capolista Selci Nardi, da qualche parte inciampi altrimenti onore al merito ai rosso-neri.

PRIMA CATEGORIA
27^ 08/04/2018 15.00
GUALDO FOSSATO CERBARA 1-1
0-1 Valenti 1-1 Guidobaldi ®
CALZOLARO PIERANTONIO 3-0
Simoni Pellegrino / Tavernelli
MONTECASTELLI MONTE ACUTO 3-1
1-0 Bartolini 2-0 Bennani / 2-1 Habte 3-1 Mordi
PONTEVILLA RESINA 1-0
/ 1-0 Picchirilli
SELCI NARDI PADULE S. MARCO 3-0
1-0 Marinelli 2-0 Ligi / 3-0 Ceccarelli
TIBERIS SAN LORENZO LERCHI 0-4
/ 0-1 Pica 0-2 Della Rina 0-3 Grandelli 0-4 Pica
VIRTUS SANGIUSTINO PROMANO 4-1
1-0 Gennari 1-1 Giornelli / 2-1 Tori 3-1 Gennari 4-1 Gennari ®
CERQUETO FRATTICIOLA 1-0
1-0 Levato
CLASSIFICA
SELCI NARDI 63
VIRTUS SANGIUSTINO 61
SN LORENZO LERCHI 59
PADULE SAN MARCO 50
CERBARA 42
PONTEVILLA 40
CERQUETO 39
CALZOLARO 39
PIERANTONIO COSMOS 38
TIBERIS 36
MONTECASTELLI 31
PROMANO 29
MONTE ACUTO 23
GUALDO FOSSATO 23
RESINA 22
FRATTICIOLA 3

27545461_747202678805197_1868250647172080729_n[1]

Bookmark the permalink.

Vecchi commenti

  1. Ora pensiamo alla partita di Fraticciola con la massima concentrazione e rispetto per l’avversario anche se e’ ultimo in classifica ,e come disse qualche anno fa’ mister Giubilei i campionati si vincono con le ultime in classifica ….parole sante si vinse il campionato .

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>