Dopo Pasqua, in Casa del Diavolo non si può fallire

Feste finite e si torna in campo per gli ultimi 180 minuti della stagione regolare. La Virtus è di scena ha Casa del Diavolo alla ricerca di un successo che manca ormai da molto tempo, dalla trasferta di Magione contro l’Agello. Per questa partita mister Bendini convoca Matteaggi dopo il brutto infortunio di Città della Pieve ma rischia di perdere Giulio Polcri infortunatosi nell’ultimo allenamento di rifinitura del sabato. Insomma quando i guai continuano ha falcidiare la formazione giallo-rossa. Formazione quindi da inventare per il mister, ma ha questo punto conta solo vincere la partita a prescindere da chi scenderà in campo. Tutti sono consapevoli dell’importanza del match e che questa possa essere l’ultima chiamata per far si che il campionato termini il 30 di aprile senza appendici che potrebbero diventare drammatiche. Quindi basta con i conteggi e dentro con la caparbietà giusta per portare a casa risultato pieno in un campo storicamente difficile. Già L’ultimo successo della Virtus risale alla stagione 2011/2012 con una doppietta di Andreas Ciaffone nel campo perugino, il tutto negli ultimi minuti di gioco come in pieno recupero la sconfitta dello scorso dopo che la Virtus era in vantaggio per 1-0 con il gol di Baldi in avvio rimontato dalla doppietta di Bragetti. In casa la Virtus nella gara di andata era riuscita a vincere una partita importante ed ora è chiamata a fare lo stesso. Raffaele Rosa di Foligno sarà l’arbitro dell’incontro (25 presenze in eccellenza per lui) quarta volta che arbitra i giallo-rossi sempre in trasferta con 1 vittoria a Valfabbrica, una sconfitta a Pontevalleceppi e quest’anno 1-1 a San Marco; i suoi assistenti saranno Luca Vinti e Francesco Abaterusso di Perugia

16463554_583070925218374_5967110285959787829_o

Bookmark the permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>