Tempo di bilanci

Fine maggio e tempo di bilanci in casa Virtus Sangiustino. Campionato di promozione con un quinto posto soddisfacente e solo la distanza di punti non ha permesso alla formazione di Bendini (confermato) di partecipare a quei play-off che finalmente, forse, quest’anno avranno il suo valore. Campionato che ha dato delle buone indicazioni un po’ in tutti i reparti. Seconda miglior difesa con 27 gol subiti dietro solo al Lama (26) con stagione importante un po’ per tutto il reparto dove Baldi ha dimostrato con le sue 28 presenze di essere uno dei migliore difensori del campionato come il portiere Cristian Matteggi (30). Indiscutibile apporto nel reparto di Tomassini, Matteggi Loris, Bottoni e nel finale anche di Gruda. Insomma un reparto che dà dato certe garanzie un po’ in tutta la stagione, anche nel periodo nero tra 8 novembre ed il 6 dicembre (1 punto in quattro gare). Il centrocampo che ha dato il suo contributo con buone giocate e fase difensiva sempre con la massima attenzione anche nel girone di andata quando per la stragrande maggioranza delle partite si è giocato con due sottoquota insieme a Lazzerini in questa zona di campo con Sanchez e Poggini che hanno sostenuto un ottimo campionato cercando di sostenere gli esterni Ruggeri, ottima la sua stagione, forse il migliore, e Bendini Edoardo dall’altra nella prima parte e poi Bottoni o Tomassini nella seconda. Poi al rientro di Gruda e all’arrivo di Grilli l’esperienza è aumentata confermandosi un reparto invidiato da parecchie squadre. Pecca grossa di questo reparto è il rendimento in fase realizativa che ha contribuito poco al bottino esiguo di reti siglate. Per quello che riguarda l’attacco, cosa dire, 31 reti sono state poche, ma se consideriamo che Belloni con 10 reti è stato il 4 miglior cannoniere del campionato esclusi i rigori (solo 1 realizzato dalla Virtus con Lazzerini 2 quelli falliti da Belloni) considerando le sue 24 presenze ed un minutaggio pari a 1731 minuti, la sua media è di sicuro importante; Piccini 7 reti in 26 presenze ma ben 10 volte subentrato dalla panchina e 8 volte è stato sostituito, l’altro attaccante in rosa fino a dicembre Gennari ha contribuito con le sue 2 reti mentre all’asciutto il giovane Alii impiegato però solo in 9 spezzoni di gara con un minutaggio pari a 220 minuti. Insomma una stagione che numericamente ha dato i suoi frutti e dovessimo attribuire un degli oscar credo che il Pallone d’Oro della stagione possa essere stato attribuito a Diego Ruggeri, davanti a Valerio Belloni e Giacomo Baldi. Se poi dovessimo parlare di giovani forse la crescita più importante è stata quella del classe ’97 Andrea Poggini che in questa stagione ha dimostrato una maturazione calcistica grazie al frutto della costanza nel lavoro. Ma indubbio valore hanno dimostrato anche gli altri sottoquota impiegati con più insistenza come Matteggi Loris mentre Luca Bottoni ha confermato la sua crescita costante come quella di Sanchez Kevin mentre apporto positivo anche per Gabriele Cipriani.
JUNIORES
Per quello che riguarda la juniores invece, c’è indubbiamente un po’ di amaro in bocca con un retrocessione evitabilissima, frutto però non di una sconfitta all’ultima gara play-out, ma di una serie di circostanze e risultati di tutta la stagione. Se pensiamo che i primi punti fuori casa sono giunti alla 6 giornata del girone di ritorno con la vittoria di Todi a da li sono seguiti altri 3 pareggi ha dimostrazione che con pizzico di professionalità in più probabilmente, non c’era bisogno di giocarsi tutto a Foligno nell’ultima gara della stagione. Comunque quando una squadra retrocede, retrocede tutta la società che si assume anche le responsabilità dell’accaduto. Peccato, qualche squalifica importante di troppo, qualche allenamento di troppa poca presenza, i troppi gol non realizzati con buone occasioni e quelli subiti con incertezze difensive troppo eclatanti. Ma poi se pensiamo che il Castel del Piano che ha vinto il campionato e giocato le semifinali nazionali a San Giustino ha vinto 1-0 con un gol al 98 su calcio di punizione e le prove dimostrate al torneo Oelker di Sansepolcro con squadre di categoria superiore un po’ di amaro in bocca c’è e come. Grazie a mister Giovannacci per la prima parte del campionato, perché è anche grazie a lui se abbiamo potuto disputarlo vista la vittoria play-off lo scorso anno, ma grazie anche ad Andrea Bartoccioni che ha preso la squadra in corsa e ha creduto fino alla fine nella salvezza.
ALLIEVI 99/2000
Qui invece salvezza raggiunta, se pur all’ultima di campionato, per Andrea Bartoccioni e la sua squadra. Di certo la squadra ha dimostrato a più riprese che quello non era il suo vero e proprio livello in questa stagione, ma forse sono state le pressioni a far si che la squadra non riuscisse a ottenere i risultati migliori. La dimostrazione è stata il torneo di Lama dove la squadra ha perso 2-0 la finale contro la Vivialtotevere Sansepolcro dopo aver vinto 3 partite e pareggiato 1 contro squadre che avevano disputato lo stesso campionato (Atletico Gubbio, Baldaccio Bruni, Trestina e pari con il C.Castello F.Giunti). Insomma cosa dire ancora un campionato regionale per i nostri confermato con crescita importante per diversi giocatori classe 99 quali Cerboni, Del Bene, Donati, Giogli, Maggini, Musliu, Nako, Pinto, Regi, Sarti, Zerbini, ma grazie anche all’ottimo apporto dei ragazzi provenienti da Lama e su tutti Martini, Pellegrni, Sgoluppi e Veschi tutti in rigoroso ordine alfabetico.
GIOVANISSIMI 2002/2003
Fanno parte di un progetto importante, il campionato non ha dato grosse soddisfazioni alla formazione di Stefano Comanducci ma la crescita di questo gruppo è stata di indubbio valore e quindi, dopo questo che doveva essere un anno di transizione, ci si aspetta l’esplosione nel prossimo campionato dove la squadra sotto-età è pronta. Passi da gigante fatti dai ragazzi anche quelli magari con qualche difficoltà calcistica maggiore. Ora il gruppo potrebbe essere rinforzato per provare a riportare la Virtus Sangiustino ad un campionato regionale.
ESORDIENTI 2004
Sapevano di dover soffrire, e lo hanno fatto con grandi risultati e prestazioni importanti, spesso solo difficoltà fisiche per una squadra che disputava un campionato con tutti o quasi 2003. Qualche vittoria qualche pareggio e sconfitte, mai con distacchi ampi ed ora la squadra è pronta per il prossimo anno anche con qualche elemento già pronto per i giovanissimi. Gli esordienti di Francesco Coltrioli sono ancora impegnati nelle semifinali del torneo di Anghiari che si disputerà 8 giugno alle 18,45 mentre anche a Sansepolcro deve giocare 2 partite esattamente 4-6 giugno per giocarsi la qualificazione.
PULCINI 2005
Anche la squadra di Andrea Toti e Omar Leminci è ancora impegnata come tutte le squadre della scuola calcio. Girone finale ad Arezzo al torneo dell’Arezzo Academy per un gruppo buono con qualche difficoltà gestionale.
PULCINI 2006
Ottimo campionato, vittoria nel torneo di Subbiano, in corso per un posto nel girone finale di Sansepolcro. Un gruppo in costante crescita di squadra.
PULCINI 2007
Stagione da dimenticare grosse difficoltà numeriche in un gruppo troppo esiguo.
PICCOLI AMICI 2008
Grande stagione per la squadra di Antonio Fiordelli che in qualsiasi torneo fanno parlare di loro. Finale nel torneo di Trestina, vittoria al torneo di Pistrino, passaggio del turno a Sansepolcro e Umbertide in corsa ancora a San Giustino, insomma buon gruppo e buone individualità
PICCOLI AMICI 2009
La collaborazione con il Selci ha dato i suoi frutti con buoni risultati sia nel corso della stagione che in questa fase di tornei dove i bambini stanno dimostrando le loro crescita e la loro dedizione. Girone finale a San Giustino.

logo virtus-HD_pattern

Bookmark the permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>